sabato 17 settembre 2011

La marmellata della zia Betta




Che sottile piacere quello di preparare la marmellata: scegliere i nostri frutti preferiti, prendersi il tempo di mescolarla, invasarla e poi allineare i vasetti nella dispensa e pensare "questa l'ho fatta io!".
Che dolce soddisfazione stenderla sul pane a colazione o a merenda, usarla per la crostata ed avere la sensazione che è davvero genuina come quella che preparava la mia cara zia Betta! Oggi ho fatto quella di fichi: il procedimento lo conoscete tutti,  però ... quando raggiunge la consistenza desiderata, la zia Betta aggiungeva mezzo bicchierino di sherry e qualche scorzettina di limone .... mmmmh!!
Claudia

23 commenti:

mariaerba ha detto...

che belli questi vasetti buoni e chic ^_^
buona giornata
Maria

Argante ha detto...

.... mmmm le idee di zia Betta profuma di Inghilterra e inverni golosi... sisi, direi che dovresti proprio venire a Vicenza per chiacchierare un po' di vecchi merletti, brocantage, ricamo e ... di tutto ciò che avremo voglia .-))))

Un abbraccio e buona domencia
Argante

STEFY ha detto...

bella soddisfazione........e k sapore!!!!!!!!!!!baciotti, stefy.....

Elisabetta ha detto...

Semplici e raffinati questi vasetti, peccato io abbia seri problemi a tagliare il lino...

Anna ha detto...

Che belli questi vasetti!! Con le tue parole e le foto stupende, riesci a rendere romantica anche la preparazione della marmellata!!!! Un abbraccio,Anna.

stefania ha detto...

Hai ragione, quando apri le tue marmellate la soddisfazione è alle stelle! Sono fichi neri i tuoi? Noi quest'anno ne abbiamo fatta in quantità industriali ma con fichi bianchi.
Mi piacciono moltissimo i vasetti così confezionati!

stefania ha detto...

Hai ragione, quando apri le tue marmellate la soddisfazione è alle stelle! Sono fichi neri i tuoi? Noi quest'anno ne abbiamo fatta in quantità industriali ma con fichi bianchi.
Mi piacciono moltissimo i vasetti così confezionati!

✿Fabrizia✿ ha detto...

Che buona una fetta di pane e marmellata di fichi!!i vasetti sono splendidi
Ciao Fabrizia

Susanna ha detto...

Ti dò pienamente ragione cara Claudia: come non apprezzare una marmellata speciale fatta in casa? Aroma e gusto indiscutibilmente unici.
Ma adesso dimmi invece: come si può "profanare" un simile delicato, elegante, graziosissimo vasetto di vetro?
No.... io la tua marmellata non l'aprirei mai e la terrei così, in bella vista nella mia credenzina di nonna, con il pizzetto bordo-mensola :)
Un baciotto Susanna Cerere

Simo ha detto...

Verissimo, ogni cosa fatta con le nostre mani dà una soddisfazione in più...che meraviglia quei copritappo! Deliziosi!

lolle ha detto...

Ma che carini i coperchi dei vasetti...proverò il trucco della tua zia per preparar la marmellata!

cali ha detto...

ma pensa zia betta che bel trucco conosceva, chissà che profumo aprendo quei vasetti deliziosi.
buona domenica

cali ha detto...

ma pensa zia betta che bel trucco conosceva, chissà che profumo aprendo quei vasetti deliziosi.
buona domenica

cali ha detto...

ma pensa zia betta che bel trucco conosceva, chissà che profumo aprendo quei vasetti deliziosi.
buona domenica

Creativando ha detto...

La marmellata fatta in casa è unica, davvero prelibata a colazione ed a merenda ... io non la so preparare, ma la mia vicina di casa è molto brava, e me ne offre sempre qualche barattolo...io ricambio con i copribarattolo fatti da me! I tuoi sono raffinatissimi!
Ciao! Rita

le bianche margherite ha detto...

Cara Claudia che meraviglia!
queste sono delizie d'altri tempi... che bella una dispensa piena di conserve in bell'ordine e così curate nei dettagli... una vera consolazione per gli occhi e la gola!
penso anch'io a volte di aver sbagliato secolo!
buona domenica!

La Comtesse ha detto...

Il tuo blog è sempre più bello!
...si avvicina l'autunno (si spera!)e le tue marmellate sanno di momenti felici guardando gli alberi che cambiano colore...
Loredana

Heidi ha detto...

Che meraviglia Claudia!
Senz'altro buonissima la marmellata, mi devo ricordare del trucco, io metto il rum in quella di arance, ed effettivamente viene ottima.
Ma la cosa che mi fa impazzire è la tua confezione dei vasetti, con i pizzi, che meraviglia!
Sono mancata un po' dal tuo e dagli altri blog, ma sono andata indietro a leggere anche i post passati, tutti bellissimi, mi piace moltissimo il tuo cuscino ricamato, e pensare che non amo il marrone, ma quello che vedo da te mi piace tutto!
Ciao, un bacione,
Heidi

Elisabetta ha detto...

Vedo che non è solo un mio problema tagliare il lino.....
La calza l'ho ricamata su un 16 fili 40 ct con 1 filo perchè le crocette vengono più regolari e definite, in ogni caso è stato un bel lavoro importante...purtroppo adoro le miniature e quando riesco a ricamare qsa per me preferisco sempre trame fitte anche se sono meno rilassanti! :)

M.Grazia ha detto...

Che meraviglia questi vasetti anch'io ho scoperto il piacere di fare le marmellate e mi sono molto divertita, stamattina mi sono aperta un vasetto di marmellata di pesche......ottima e poco zuccherata, hai vestito i vasetti con la raffinatezza che ti distingue sempre, ciao M.Grazia

cuore antico ha detto...

Dev'essere buonissima questa marmellata e stupendo come l'hai confezionata.
Debora

franca ha detto...

Hai ragione, è davvero una bella soddisfazione poter mangiare cose genuine fatte in casa.
Sei riuscita e rendere romantica e raffinata anche la marmellata di fichi...davvero complimenti!
ciao
Franca

lisa ha detto...

Quelle coperture barattolo piccolo sono solo belle.
Realizzata con tanto amore.